Scienza

Energia solare e crisi d’identità: l’Elysia Chlorotica e la Costasiella kuroshimae

È viva, verde e fa la fotosintesi clorofilliana: no, non è una pianta, è una lumaca. Lo so, probabilmente molti saranno confusi dall’immagine di una lumaca che si nutre di energia solare, ma vi posso assicurare che non si tratta di uno strano esperimento genetico dai possibili risvolti apocalittici (al contrario dei Chihuahua, quelli sì che sono un esperimento andato male).

L’Elysia Chlorotica è una lumaca di mare, più precisamente un mollusco sacoglosso della famiglia Plakobranchidae che si può trovare lungo la costa orientale degli Stati Uniti fino alla Nuova Scozia, in Canada e a sud fino alla Florida meridionale in pozze rocciose o paludi di marea. Questa lumaca, non più grande di 6 cm, è un classico esempio di essere vivente sconvolto da profonde crisi esistenziali in quanto non solo è in grado di nutrirsi come un vegetale per mesi ma ha pure la forma e il colore di una foglia. Da qui si può dedurre che il mollusco è un animale chiaramente confuso.

Increíble! Este es el único animal en el planeta que puede realizar la  fotosíntesis
Elysia Chlorotica

Ma… com’è possibile che l’Elysia Chlorotica pur non essendo una pianta (contrariamente a quello che vi vorrebbe far credere) sia in grado di fare la fotosintesi clorofilliana?

Semplice: l’Elysia Chlorotica è una lumaca cleptomane. Tramite il processo della cleptoplastia, infatti, il mollusco fotosintetico “ruba” i cloroplasti (organelli della cellula vegetale in cui avviene la fotosintesi) dalle alghe di cui si ciba. Come? Grazie alla radula: un organo che si trova nella faringe dei molluschi che serve a prendere e triturare il cibo; con questo l’Elysia Chlorotica perfora la parete cellulare della Vaucheria litorea (alga verde) e ne succhia via il contenuto delle cellule. I plastidi (organuli della cellula vegetale dove si svolgono le attività metaboliche) vengono assorbiti dall’animale e conservati all’interno del suo intestino. Così, alla fine, dopo aver brutalmente sottratto alle alghe i loro organelli fotosintetici il mollusco potrà ritenersi soddisfatto per i successivi 9 mesi (circa).

Tuttavia tutto questo non spiega per quale arcano motivo i cloroplasti riescano a conservarsi all’interno di una lumaca: insomma, come fanno a sopravvivere senza le proteine fornite dal genoma vegetale? A seguito del sequenziamento del genoma dell’Elysia Chlorotica nel 2019 si è scoperto che il suo DNA conteneva alcuni geni delle stesse alghe. Assurdo, no? Perfino il suo DNA è confuso. Grazie a questa particolarità l’Elysia Chlorotica è uno dei pochi animali che non solo banchetta con la luce del sole ma produce clorofilla, questo spiegherebbe l’intenso colore verde che la caratterizza in età adulta.

Inoltre, questa lumaca di mare, così come le chiocciole terrestri, è un esempio perfetto di ermafrodita simultaneo: ovvero produce sia uova che spermatozoi. Così il mollusco non solo non ha problemi di cibo ma non ha nemmeno problemi di genere. Che dire? Beato.

Ma l’Elysia Chlorotica non è l’unico organismo che possiede queste spettacolari caratteristiche. Qui entra in gioco la sua cugina giapponese: un animale con crisi d’identità ancora più sconvolgenti. Che cos’è? Una foglia? Una lumaca? Una pecora? La Costasiella kuroshimae detta anche “pecora a foglia” o “pecora di mare” è un altro mollusco sacoglosso che si può descrivere con un unico aggettivo: adorabile. Non più grande di 5 mm questa creatura è sicuramente uno degli animali più strani e sorprendenti che ci siano, così strano che sembra quasi uscito da un manga…. Aspettate! Ho capito tutto! Probabilmente questo mollusco orientale è solamente un’umile lumaca appassionata di cosplay.

B. DELLA GUERRA

Costasiella kuroshimae: la Lumaca di Mare giapponese che somiglia a un  Anime – Vanilla Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.